Bidibibodibibook
La-maledizione-delle-catene

La maledizione delle catene

Se amate il fantasy e le ambientazioni medievali, “La maledizione delle catene” è un libro che non potete assolutamente perdervi! Se volete un assaggio del suo contenuto, proseguite nella lettura! 📚

Buona domenica a tutti gli amanti della lettura!

Oggi, come vi ho già anticipato su Instagram e Facebook, vi porterò nel mondo magico e sanguinoso de “La maledizione delle catene”! ⛓

A farmi compagnia in queste afose giornate di una ennesima settimana di questo rovente luglio è stato un fantasy.

Vi confesso che io non amo particolarmente i libri di questo genere, ma la trama de “La maledizione delle catene” mi ha incuriosita, anche perché seppur non essendo una patita di elfi e demoni, ho una profonda passione per le epoche medievali.

Quindi ho dato a questo libro una possibilità e devo ammettere che ne è davvero valsa la pena! 😌

Ma adesso basta dilungarmi troppo, mettetevi comodi, liberate la mente e…lasciatevi trasportare nelle terre de “La maledizione delle catene” 😉

Sull’autore

L’autore dell’opera “La maledizione delle catene” è Armando Bizzarri.

Questo scrittore nasce a Pesaro nel 1976 ed ha una laurea in Scienze Geologiche.

Da sempre appassionato del genere fantasy e della cultura medievale, è cresciuto giocando alle prime edizioni di Dungeons&Dragons con gli amici nel garage.

Queste passioni lo hanno di certo aiutato molto a dare vita al libro di cui vi sto per parlare. 

Il libro

Siamo in un luogo magico, chiamato il Ducato dei Sette Laghi, un territorio ottenuto con non poche lotte tra il bene ed il male.

E’ questa la location da dove ha inizio “La maledizione delle catene”, ed è qui che vive Jelko Neville, un giovane e volenteroso ragazzo che non ha mai conosciuto sua madre, morta quando lui venne in vita.

Il ragazzo vive col padre, Faxel, che ormai da tempo ha l’incarico di proteggere Zimas, il mago di corte.

Il giovane ha una straordinaria abilità nel creare gioielli a mano, ed una mattina scelse di andare a venderli ad un evento importante che si teneva nel centro del Ducato, dove ogni tipo di commerciante si radunava per fare affari.

Sarà in questa occasione che farà la conoscenza di Elyn, una bella ed affascinate elfa alla quale si sente legato fin dal primo sguardo.

Purtroppo però, proprio mentre stava per fare ritorno a casa, una terribile esplosione causò un grande scompiglio, oltre a mietere anche delle vittime, ed anche se il motivo appare inesistente, ad essere accusata d’essere l’artefice di questa esplosione sarà proprio Elyn.

La legge è molto severa quanto a tali reati: la giovane elfa deve morire bruciata viva!

Ma se questo sembra già terribile di suo, la cosa ancor più terribile è che appiccare il fuoco sarà proprio compito di Faxel, pur sapendo che il figlio era contrario a quella esecuzione.

La morte della giovane elfa segnerà la rottura tra padre e figlio, infatti Jelko non può dimenticare quella bella ragazza, che compare tra l’altro ogni notte nei suoi sogni.

E non potendo più convivere con la risolutezza che provava per suo padre, lascerà la sua casa e la sua città natale per cercare la sua strada altrove, fuggendo all’alba di un giorno apparentemente come tanti.

“Chi sei e cosa ci fai qui in piena notte?”

da “La maledizione delle catene” pag. 33

Una volta messosi in viaggio, Jelko dovrà scegliere dove andare, ma proprio durante questo suo cammino gli capiterà di essere aggredito da un uomo che a sua volta aggredirà, per difendersi, uccidendolo.

Scoprirà così di avere dei poteri ed una forza misteriosa dentro di lui, e proprio quando stava per decidere di rientrare nella sua terra, mettendosi accodato dietro a dei carri che trasportavano dei carcerati, per godere della protezione delle guardie, succederanno cose che gli faranno conoscere la potenza terrificante e distruttiva di mostri chiamati “Senza Sonno” di cui aveva soltanto sentito parlare.

Ma non solo!

Si ritroverà a scontrarsi con essi utilizzando nuovamente le sue capacità sovrannaturali, capacità che gli consentiranno di sopravvivere e di portare in salvo anche Nolan, un condannato all’esilio che si trovava nei carri trasportato dalle guardie e che da lì in poi si rivelerà un ottimo braccio destro oltre che il suo guaritore dalla capacità di invocare il dio della guarigione.

La maledizione delle catene” poi continua ad incuriosirci rivelandoci dei colpi di scena veramente sorprendenti!

Quali? Continuate a leggere! 🙂🙃

Se all’inizio sembrava che Nolan fosse l’unico superstite del carro e della fila di gente che lo seguivano, ben presto i due ragazzi scopriranno che in realtà, su di un’altra carovana scesero due elfi scuri che Jelko già aveva visto al mercato prima dell’esplosione e da dentro una cassa uscì Elyn, l’elfa che in realtà era stata bruciata viva! 😳

Ma come era possibile? Cosa stava accadendo? E perché quei sanguinari Senza Sonno sembravano mansueti ed inoffensivi accanto a queste figure?

A Jelko e al suo nuovo amico Nolan non resta che seguirli e…non potete immaginare quante e quali grandi sorprese ancora si celano dentro “La maledizione delle catene”! 🤩

“Ho un mulo a Fost, sulla sua groppa ci sapevo stare…”

da “La maledizione delle catene” pag. 112

Quello che vi posso anticipare (senza spoilerare troppo😅) è che, proseguendo il suo viaggio, Jelko scoprirà di avere dei poteri particolari che daranno un senso anche alla morte di sua madre.

Ma non solo!

Alla coppia si unirà una ragazza, Triny, che grazie ai suoi straordinari poteri magici li aiuterà nelle difficoltà.

Se vi state chiedendo se l’elfa che Jelko aveva visto fosse davvero Elyn, vi posso dire di sì, era lei ma con una maledizione che non le darà modo di utilizzare i suoi enormi e potenti poteri.

Spetterà a tutto il giovane gruppo trovare un rimedio e porre finalmente fine alla maledizione, ma non sarà un’impresa facile.

Soprattutto perché ad aver inferto il maleficio si scoprirà essere stato proprio il gemello di Elyn.

Ora però sono certa che vi state chiedendo come mai, un fratello gemello abbia inferto una maledizione al sangue del suo sangue! Ho indovinato? 😏

Cari lettori, in “La maledizione delle catene” ci sono tutti i tipi di sentimento che un essere vivente (magico, mitologico o umano che sia) può provare. 

Ed allora, senza dirvi il perché, vi anticipo che il sentimento dominante di tale odio è la gelosia. 🙄 

La maledizione delle catene” è un viaggio straordinario, sorprendente, altamente ricco di colpi di scena e capace di creare suspense e terrore nel lettore.

Ed allo stesso tempo, “La maledizione delle catene” risveglia un forte sentimento di amicizia e di lealtà, così palpabile da suscitare un senso di dolce malinconia a fine lettura.

Confermando così quella certezza di aver letto un buon libro, che seppur terminato rimane nel cuore, come un bel gruppo di amici che ad un certo punto del cammino hanno preso la loro strada.

Lo stile e le impressioni

La maledizione delle catene” è un libro capace di coinvolgere il lettore grazie alla dinamicità della scrittura e degli eventi che si susseguono.

Il talento di Bizzarri nell’introdurre luoghi, avvenimenti fantastici e personaggi nella storia è davvero unico. 

Infatti ambienti, protagonisti, antagonisti, colpi di scena e viaggi sembrano essere proprio fatti apposta per essere ed esistere proprio lì dove sono, come se non ci fosse voluto un grande sforzo da parte dell’autore.

Ed io so che è soltanto il talento narrativo che consente di percepire uno sforzo come se non ce ne fosse stato, riconfermando ancora una volta la straordinaria capacità di scrittura di Armando Bizzarri, che sembra essere nato per scrivere da sempre libri fantasy. 

Bidibibodibibook cerca sempre la magia nelle sue letture, ed in questa qual è?

In questo libro la magia è racchiusa nella straordinaria amicizia dei protagonisti che, nonostante le avversità che dovranno affrontare, uniranno le loro forze per cercare sempre una soluzione, restando sempre leali ed uniti per tutto il racconto. 

La copertina del libro “La maledizione delle catene” di Armando Bizzarri
  • Titolo: La maledizione delle catene
  • Autore: Armando Bizzarri
  • Traduzione:
  • Casa editrice: Self Publishing Amazon
  • Collana:
  • Anno edizione: 2022
  • Formato: cartaceo
  • In commercio dal: 6 aprile 2022
  • N. Pagine: 249
  • EAN o ISBN: 979-8778780262
  • Prezzo al pubblico: 10,00€ – 15,00€ (copertina rigida) – 5,00€ (Kindle)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *